Quali sono i piatti tipici in Valtellina?

Semplicità e genuinità sono i sinonimi che caratterizzano la cucina dell’alta Valtellina.
Dall’allevamento, alla cacciagione, alla lavorazione dei derivati del latte, al vino che viene invece coltivato su nei terreni difficoltosi alle porte del Bormiese, nel fondovalle..
Oggi parliamo di cibo.. ma qual è il menu particolare e più conosciuto della nostra zona?

Sarebbe bello potervi invitare tutti su una lunga tavolata dove dagli antipasti, ai primi succulenti, ai secondi di carne, ai dolci della tradizione, ci si possa sedere tutti assieme con un bicchiere di vino e uno di acqua magari minerale quella che sgorga dalle nostre sorgenti della Levissima!

Gli Antipsti
Possiamo iniziare da un antipasto per stuzzicare l’appetito, aprire lo stomaco, con un piatto a base di bresaola (la nota carne di carne di manzo o di cervo) salata, essiccata, ornata di spezie preziose che nel tempo conferiscono a questo pezzo di carne una sapore unico e irripetibile, cosparsa di scaglie di formaggio di grana;
oppure vi proponiamogli sciatt che sono delle frittelline rotonde fatte di una pastella base di grano saraceno con all’interno un cubetto di formaggio, che una volta fritte nell’olio di cottura, diventeranno delle simpatiche palline ripiene e filanti.
Parliamo ora dei Taroz, una sorta di purè a base di patate schiacciate, al cui impasto sono stati aggiunti fagiolini, del formaggio Casera a cubetti, irrorando tutto quanto con il burro, vengono impiattati in una teglia, spolverati di un pochino di pane grattuggiato, infornati e gustati!

I Primi Piatti.
Cosa dire invece dei famosi Pizzoccheri: ovvero delle tagliatelle il cui impasto è fatto prevalentemente con grano saraceno, condite con formaggio, patate e verze, tanto burro e anche qui un po’ di formaggio Casera locale,e fanno la miglior vetrina dell’alta Valle!

I Secondi Piatti.
Per quanto riguarda il secondo possiamo nominare la Polenta Taragna, anch’essa fatta con una base di farina nera, con aggiunta di burro e formaggio, piatto che si accompagna con un salmi di cacciagione, cervo, oppure con le uova o con i funghi porcini trifolati.

Prima di pensare poi alle cose dolci per il palato, si propone una carrellata di formaggi che vanno più duri e stagionati quali Casera, il Bitto, fino ad arrivare a quelli morbidi di primo latte, la ricotta oppure il caprino ed il famoso sciumudin morbido.

I Dolci, i Vini e i Liquori
La Bisciola è un rustico panettone con la farina nera, all’interno dell’impasto ci sono delle noci fichi, uvette, e grazie ai vini valtellinesi, molti hanno ricevuto la denominazione di origine controllata e garantita, fanno sì che il menù arricchisca la nostra tavola con un gusto forte, corposo, gustoso come il Grumello l’inferno e Sassella o lo Sforzat.
Poi per digerire il tutto, gustiamo un amaro locale come il Braulio o la Taneda, il Ginepì oppure una vasta gamma di vinacce quali la grappa nebbiolo o la grappa riserva.

Con questa carrellata di prodotti tipici non possiamo che augurarvi un buonissimo appetito!
Altre sono le specialità che si aggiungono a queste, ve racconteremo in altri articoli!
Ti aspettiamo in una delle nostre soluzioni! http://www.chaletlarugiada.it/appartamenti/