Nei boschi di Bormio è molto facile trovare tanti funghi

A partire dal mese di luglio fino alla fine di settembre, oltre alle bellissime passeggiate e ai tanti sport che si possono fare a Bormio e nei dintorni, arriva anche la tanto attesa stagione dei funghi: i nostri boschi, infatti, sono molto ricchi di profumatissimi e gustosissimi funghi come porcini, finferli, pet de luf, e tanti altri.

Per una buona e proficua raccolta, bisogna assicurarsi che il bosco si bello bagnato e incamminarsi di buon mattino, ad esempio verso le ore 5,00 che è un orario perfetto.

Nei nostri boschi ci sono tantissimi sentieri da seguire, che riportano sempre a valle; ci sono delle zone in cui non è possibile la raccolta dei funghi: ovvero le aree inserite nel Parco Nazionale dello Stelvio e nella Riserva Naturale del Paluaccio di Oga.

Prima di avventurarsi alla ricerca di funghi, assicurarsi di indossare l’attrezzatura idonea: scarponcini, coltello per pulire i funghi sul posto, un bel bastone d’appoggio, ed il cestino per metterci i funghi trovati; è vivamente sconsigliato mettere i funghi nei sacchetti di plastica, perché non permetterebbe la respirazione del fungo stesso, e trasformarlo in sostanze tossiche molto pericolose.

La raccolta dei funghi deve avvenire in maniera integra, e deve essere pulito sul posto, in modo da lasciare nel punto di raccolta la semenza del fungo stesso.

Bisogna avere molto rispetto del bosco e dei funghi non commestibili: infatti è severamente proibito lasciare bottiglie di plastica o altri rifiuti inquinanti nei boschi; inoltre bisogna avere rispetto dei funghi non commestibili, e di conseguenza non romperli. Questo è molto importante per il rispetto dell’ambiente e per gli animali selvatici che ci vivono.

Come già dicevamo, i funghi più comuni dalle nostra parti sono i porcini, i finferli e i pet de luf.

I porcini sono i funghi più ricercati e prelibati: sono i più conosciuti e si possono cucinare in tanti modi diversi; il risotto con i funghi porcini freschi, credo, sia il piatto più richiesto in assoluto.

Oltre ai porcini, ci sono anche i funghi finferli, detti anche “giallini”: questo tipo di funghi sono deliziosi con lo spezzatino e la polenta taragna.

Infine troviamo i pet de luf, anche detti funghi dei prati: infatti questi crescono principalmente in mezzo ai prati, e sono buonissimi da fare impannati e fritti in padella.

Per gli appassionati è un buon motivo per venirci a trovare: oltre a respirare aria sana e godere di paesaggi stupendi, avrete la possibilità di farvi una bella scorpacciata di funghi in famiglia o amici.

Vi aspettiamo

CHALET LA RUGIADA